SAP STUDIO ARCHITETTURA PAESAGGIO

Via Piave 1, Bonate Sopra (BG), 24040

(+39) 035 99 26 74

PARCO PUBBLICO DI VIA  DON MOLETTA

Vaprio d'Adda, MI

L’intervento consiste nella realizzazione di un nuovo parco pubblico in via Don Moletta, su un’area di proprietà pubblica di circa 6.000 mq (per la parte pianeggiante), cui si collega l’esecuzione di alcune opere accessorie che interessano la stessa via Don Moletta (a nord dell’area destinata a parco) e l’alzaia situata lungo il Naviglio Martesana (a sud est dell’area destinata a parco).


Il nuovo parco, data la sua posizione rispetto all’assetto territoriale del comune di Vaprio d’Adda, costituisce il fulcro di un intervento che, da un lato, ha lo scopo di attrezzare un’ampia area per lo svago e il gioco e, dall’altro, consente la creazione di un collegamento pedonale che valorizza, tra gli altri, due importanti elementi del paesaggio e della storia locali: la via d’acqua del Naviglio e l’antica chiesa di San Colombano, situata presso l’estremo ovest della via Don Moletta


Il parco pubblico presenta, nell’insieme, una superficie pianeggiante – la maggiore – cui si collega una scarpata a balze, verso il Naviglio.


La parte pianeggiante presenta un disegno sottolineato da percorsi pedonali in stabilizzato naturale calcareo, posti a collegare le diverse aree funzionali caratterizzate dalla presenza dei giochi, dalla presenza di una pergola e dei servizi igienici; l’assetto complessivo è pensato secondo un’idea di semplicità e modernità, anche grazie alla proposta di elementi di arredo dalle forme lineari.


Le pergole, in struttura metallica posta a reggere traversi in legno, presentano un disegno essenziale e aderiscono, verso il lato est, al volume dei servizi igienici. L’area delle pergole, dal perimetro sinuoso verso ovest, è pavimentata prevalentemente in stabilizzato naturale calcareo.


L’area giochi presenta una pavimentazione antitrauma a due colori ed è posta a ridosso di un boschetto di esemplari di Acer saccarinum (piantati con sesto regolare).


La piazzetta belvedere si colloca appena a monte delle balze ed è pensata come un ampio affaccio, pavimentato in stabilizzato naturale, che accoglie l’arrivo dei percorsi provenienti dall’area pianeggiante.


Tramite i percorsi si può raggiungere l’area a balze, trattata con la posa di arbusti (vite e piccoli frutti) che rievocano la vocazione produttiva di questi spazi.


Da qui è possibile scendere presso l’alzaia situata lungo il Naviglio, sulla quale si prevede la realizzazione di un percorso ciclopedonale sino al ponticello di via S. Antonio.


Infine è stata operata una sistemazione complessiva dell’area sterrata adibita a sosta, al fine di renderla un parcheggio correttamente strutturato.